il Padovanino

gennaio 1, 2007

ANCHE TU PAGHI PER SCIARE E MAGARI NON LO SAI

Filed under: attualità,Riflessioni sull'Italia — francyterra @ 6:33 pm

MILANO, 1 gennaio 2007

il sig. Rossi L’Istituto Superiore della Sanità ha registrato 26.472 interventi sanitari effettuati nell’inverno 2005/2006 a causa di incidenti sulle piste da sci italiane. E le passate stagioni sciistiche contano ancora più interventi.
A farsi male 8 volte su 10 sono gli sciatori e nei restanti casi i patiti dello snowboard. Per approfondire le statistiche consultate i dati SIMON, il sistema di sorveglianza degli incidenti in montagna che ha raccolto i verbali di Polizia e Carabinieri. A questi vanno aggiunti tutti quegli interventi effettuati anche dopo svariati giorni dall’incidente, ma negli ospedali di residenza degli infortunati.

Ma tutto questo quanto pesa sul servizio sanitario nazionale?
Ipotizziamo un costo medio per intervento che si aggiri sui 5.000 euro (a voler essere buoni…) e arriviamo così a calcolare una spesa superiore ai 132 milioni di euro. All’anno. Per incidenti sulle piste da sci. E’ giusto che sia lo Stato a pagare per sistemare menischi, crociati, caviglie, pagare elisoccorsi e quant’altro, per colpa degli sciatori della domenica?

Si tratta di una voce di bilancio prevedibile, che influisce parecchio nella gestione dei singoli ospedali, e non solo in termini economici, ma anche di gestione dei reparti e sovraffolamento stagionale.

Chi scia sa bene quali sono i rischi che corre, esattamente come un automobilista sa che guidando è esposto a pericoli.
Allora perchè non imporre per legge un’assicurazione agli sciatori?
Ogni sciatore potrebbe sottoscrivere un’assicurazione giornaliera, settimanale o mensile a seconda delle sue esigenze, e così, in caso di incidente, non graverebbe sulla spesa pubblica. Ci guadagnerebbe lo Stato, cioè tutti noi cittadini, e anche le assicurazioni. E magari così si smetterebbe anche di parlare di tagli alla sanità solo in termini di riduzione del personale, chiusura dei piccoli ospedali, accorpamenti titanici e così via.

FRANCESCA TERRANOVA

3 commenti »

  1. Da sciatore responsabile (perchè lento) storco il naso: perchè devo pagare un ulteriore assicurazione che, nove su dieci (toccatina), non dovrò utilizzare? Già sciare costa non poco…
    Però in fondo il tuo discorso ha un senso.
    Perchè di imbecilli son piene le piste.
    Però a questo punto perchè non estendere la cosa a chi gioca a calcetto o a basket con gli amici, ai sub, agli alpinisti, …
    Passiamo alla tassa sul divertimento periglioso?

    Commento di nuvolesparse — gennaio 6, 2007 @ 6:51 pm | Rispondi

  2. Non conosco le cifre ma non credo che gli amanti del sub, del basket e dell’alpinismo, messi insieme, arrivino a costare alla sanità pubblica tanto quanto gli sciatori.

    Commento di francyterra — gennaio 6, 2007 @ 8:18 pm | Rispondi

  3. mah…se quelli che giocano a calcetto fossero tutti come riverso o vannucci…

    a domani cara

    Commento di nuvolesparse — gennaio 7, 2007 @ 6:42 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: